DALBONO, CARLO TITO

Zisa e Cuba, ovvero i diavoli della Zisa

€ 10,00

Disponibile

COD: 16506 Categoria:

Descrizione prodotto

Milano: Nuovo gabinetto letterario, 1844. 25 pagine. 25×17 cm.
Privo di rilegatura e parzialmente sciolto. Lievi bruniture. Uno strappo sulla prima pagina, senza perdita di testo. Una litografia fuori testo, numerata da antica mano. [F0662]

Estratto dall’opera: ”Le tradizioni popolari spiegate con la storia” (pagg. 75-100), nella quale l’Autore spiega, attraverso fatti storici realmente avvenuti, l’origine di credenze popolari, tradizioni, motti, proverbi ecc.
Il Palazzo della Zisa di Palermo, la cui costruzione, iniziata nel 1165 per volontà  di Guglielmo I, si protrasse per oltre un secolo, era stato concepito come residenza estiva della Corte. I progettisti, per salvaguardare il palazzo dall’afa dei mesi piu’ caldi, lo dotarono di un ingegnoso apparato che, sfruttando la brezza notturna che veniva incanalata e rinfrescata con acqua corrente, riusciva a mantenere fresca la temperatura all’interno dell’edificio. Alle correnti d’aria generate da questo rudimentale ma efficace sistema di areazione, è legata la leggenda dei ”diavoli della Zisa”, un racconto popolare secondo cui quando a Palermo soffia un vento molto intenso, ciò è dovuto all’uscita di questi diavoletti dal palazzo che porterebbero con sé l’aria fresca ”conservata” dentro il palazzo.

Informazioni aggiuntive

Peso 100 g